Il Ferrara Buskers Festival attraverso gli acquerelli di Mirka Perseghetti.

Un aquerello di Mirka Perseghetti © MoniQue foto- di Monica Condini 2016

© MoniQue foto- di Monica Condini 2016

Brava lo vedete dalla foto del suo meraviglioso acquerello, simpatica e generosa ve lo garantisco io, dato che vi ho passato quasi un’ora al telefono per ascoltare i suoi divertentissimi aneddoti, sto parlando di Mirka Perseghetti, l’illustratrice che dal 2014 si occupa della grafica pittorica del Ferrara Buskers Festival.

Aneddoti dicevamo, sono di tutti i tipi, ma più che altro relativi il suo lavoro d’illustratrice, che è una categoria, se così la vogliamo chiamare, d’artisti un po’ forse dimenticata rispetto alle glorie del passato, pensiamo che so ad un Antonio Rubino d’inizio ‘900 quanto era amato, ma che invece ha una sua nicchia d’estimatori come lo era mio padre che mi ha passato l’interesse.
Difatti potendo acquisterei volentieri uno dei suoi lavori esposti alla Galleria d’Arte “L’Altrove” di Francesca Mariotti, in via dei Romei 38 a Ferrara, e devo dire che diverse persone stanno apprezzando queste interessanti opere che sono state presentate domenica scorsa da Francesca insieme al patron del Festival Stefano Bottoni e alla critica d’arte Elisabetta Doniselli. Ma se vogliamo raccontare per bene come è andata… È stata Rebecca Bottoni, la figlia di Stefano, a scoprire per caso la doti d’illustratrice di Mirka a causa di un calendario illustrato dalla medesima e acquistato da Rebecca delle quali immagini quest’ultima è rimasta molto colpita.

Mirka che è veneta ha fatto studi da ragioniera per volere dei genitori, poi trasferitasi per amore a Trento, finalmente grazie al giovane marito lungimirante ha frequentato l’Istituto d’Arte.
L’acquerello è stata una scoperta quasi casuale perché vi è arrivata grazie ad una commissione di sette libri da illustrare che le hanno dato motivo di cercare una tecnica veloce, ma d’effetto ed anche molto delicata ed elegante; anche la Regina Vittoria amava dipingere ad acquerello mi ha raccontato Mirka durante la nostra stupenda telefonata.

Dato che per motivi di passione anche io volevo approcciarmi, d’autodidatta come lo è stata lei all’inizio, a questa tecnica artistica, ne ho approfittato per chiederle qualche suggerimento per cominciare e in questo è stata generosa perché mi confidato qualche suo prezioso segreto è un piacere sentire come ha praticamente eliminato il disegno preparatorio per disegnare con il colore. È emozionante farsi raccontare di quando dipinge en plein air, mi pare di vederla mentre stende veloce il colore sul blocco rigido e ridiamo delle formichine che le tengono compagnia passeggiando sulla sua palette di colori.

Ed anche voi vi emozionerete se andrete a vedere la sua Personale, quindi non esitate perché sabato prossimo Mirka sarà ancora alla Galleria “L’Altrove” alle 17:00 per accogliervi, insieme a Francesca, e potrete ammirare questi stupendi e particolari acquerelli.

Eugenia Neri

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *