“Interno Verde”: un modo per scoprire una Ferrara ricca di natura.

Uno dei bellissimi giardini ferraresi visitabili tramite il Festival “Interno Verde”.

Se una persona pensa alla città di Ferrara pensa subito ai suoi monumenti e al massimo alle sue Mura, che si lasciano “contaminare” dalla natura. Molti di noi non sanno, anche se la città la viviamo, che è ricca di giardini che si potrebbero definire nascosti e forse segreti ai più e che grazie al Festival “Interno Verde”, organizzato dall’Associazione “Il Turco” che ha sede in via Del Turco 39 a Ferrara, si può scoprire questo mondo meraviglioso di natura curata e amata dall’uomo.

È il secondo anno che viene proposto questo Festival, io l’anno scorso purtroppo non ho pensato di partecipare, ma quest’anno non me lo sarei perso per niente al mondo e oggi sono andata al Turco per prendermi il mio “braccialetto”, i biglietti non vanno più da tempo, e ricevere in omaggio per l’acquisto in prevendita un bellissimo libro con le foto dei giardini visitabili e la mappa del percorso.

La particolarità di questo Festival è che i ferraresi stessi apriranno, il 13 e 14 maggio 2017, le porte dei loro giardini ai turisti e perché no ai concittadini stessi ospitandoli e accogliendoli, con una punta d’orgoglio, per mostrare il loro piccolo paradiso personale che appunto il loro giardino. Non sarà stato facile da parte degli organizzatori coinvolgere ben cinquanta proprietari di giardini per questo è un occasione veramente speciale per scoprire una città elegantemente verde e elegantemente riservata.

Tante le iniziative collaterali che coinvolgono durante il Festival i partecipanti all’iniziativa e che si posso visionare sul  sito del Turco  oppure sulla Fan Page Facebook  nella quale si può reperire i contatti della Associazione per le info, ma vi anticipo già la risposta alla domanda che penso verrà rivolta ai ragazzi dell’Associazione più spesso in questi giorni, cioè se piove si prende l’ombrello e si partecipa ugualmente e ci si diverte in barba al maltempo.

Eugenia Neri

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *