Archivi tag: Massimiliano De Giovanni

Indovina chi si è sposato?!

 

Come si dice: matrimonio bagnato, matrimonio fortunato!

Beh in fin dei conti è facile da indovinare, se ne parla da mesi… Ciò non toglie che sia stato uno o forse il matrimonio, o dovrei dire unione civile, ma mi piace più matrimonio, più bello, divertente e commovente a cui io abbia mai partecipato!

Più informale che mai, con trovate da “caccia al tesoro” tipo un articolo uscito ai tempi della approvazione della Legge Cirinnà che ha visto come protagonisti i nostri Giorgio Paparo e Massimiliano De Giovanni che dichiaravano che “forse” si sarebbero uniti e magari con Maisto – per i pochi che non lo sanno Massimo Maisto è il Vice Sindaco e Assessore alla Cultura di Ferrara -. Così una boutade in tempi non sospetti, ma che faceva presagire il lieto evento, anzi c’è chi scommetteva che sarebbero stati i primi a Ferrara a congiungersi in matrimonio tra persone dello stesso sesso, anche se a me piace dire matrimonio gay perché è molto più onesto e schietto, oltre che simpatico, invece corre voce che nella Città Estense siamo già a quota dieci unioni civili.

Continua a leggere

Sul Palco del Teatro Comunale di Ferrara ora anche il Design.

Il Progetto "Foyer".

Il Progetto “Foyer”.

L’amicizia con Giorgio Paparo e Massimiliano De Giovanni è cominciata con me e con il Blog già dall’apertura del loro primo Pop Design Store in via de’Romei 19 A, ho voluto credere a questa coppia innamorata, tra di loro e del loro lavoro creativo, fin da subito e non mi hanno mai tradito. Sempre ricchi di sorprese ed iniziative non finiscono mai di stupirmi.

Continua a leggere

Piccole riflessioni e informazioni su gay e lesbiche.

Locandina Festival di Cultura LGBT 2016

Locandina Festival di Cultura LGBT 2016

Nel 1973, anno che per altro che mi vide alla luce, un gruppo di studiosi illuminati decise di togliere dal DSM – una sorta di indice mondiale contenente tutte le malattie mentali, che gli psichiatri utilizzano come testo di riferimento – l’omosessualità fino allora ritenuta una malattia mentale. Sembrerebbe essere stato un grande passo per l’umanità, ma invece questo primo sdoganamento e forma d’inclusione nella cosiddetta “società normale” non bastò!

Continua a leggere