“Taglio del nastro” per il Ferrara Film Festival.

Da sinistra Alerto Squarcia, Simona Fabian, Massimo Maisto, Alizè Latini e Maximilian Law.

Da sinistra Alberto Squarcia, Simona Fabian, Massimo Maisto, Alizè Latini e Maximilian Law.

Alla Conferenza Stampa Ufficiale del Ferrara Film Festival, Maximilian Law di cui vi avevo parlato qui, qui, qui e qui, ha iniziato ringraziando le Istituzioni rappresentate il loco da Massimo Maisto e la disponibilità del location del Castello Estense per la Conferenza Stampa stessa e in questo modo ha “tagliato” il nastro virtuale del neonato Ferrara Film Festival, non nascondendo la sua emozione.

Max ha ricordato fin da subito che il primo appuntamento è nel pomeriggio al Palazzo della Racchetta ore 17:00 con l’opening delle quattro Mostre: “Gli occhi di Michelangelo Antonioni”; “King – Kong, Alien, ET – Le Creature”; “I Volti del Cinema” e “Pop – Decollages”, che rimarranno allestite per tutto il periodo del Festival.

Mentre alle 19:00 due pellicole molto attese: il Cortometraggio “Day One” in corsa agli Oscar 2016 e l’anteprima italiana “Life on the Line” il cui protagonista è John Travolta e che uscirà ad ottobre in Italia.

Con la frase “Viva l’Arte e viva il Cinema” passa la parola al Vice Sindaco e Assessore alla Cultura Massimo Maisto. Il quale ringraziando tutti gli “attori” che hanno contribuito affinché questo giorno potesse arrivare, come Max, Alizè Latini Vice Presidente del Ferrara Film Festival e la Ferrara Film Commission, Riccardo Ravegnani – proprietario del Palazzo della Racchetta – e via dicendo. Ha dichiarato che Ferrara è una Città vicina alle iniziative culturali di ogni tipo dal Buskers Festival al Festival di Internazionale e quindi ben venga un Festival del Cinema che possa arricchire ancora di più il territorio dal punto di vista culturale.

Il Festival sarà importante per anche per le sue iniziative parallele ai Film ed ai Corti come i “Face to Face”, nei giorni 4 e 5 giugno, dove due registi o attori o produttori seduti uno di fronte all’altro “chiacchiereranno” l’uno con l’atro per poi rispondere, gli ultimi trenta minuti, alle domande del pubblico.

Poi ci saranno gli “Industry Panels” nei quali si potrà ascoltare l’esperienza di grandi Maestri del Cinema: Luca Siani aprirà le danze parlando di Sandro Simeoni pittore cinematografico, il 1 giugno 2016, a seguire MAKINARIUM, il 2 giugno, – vincitori di due David di Donatello nel 2016 – ci parleranno di Effetti Speciali e per finire venerdì 3 giugno Andrea Sorrentino ci parlerà di Costumi di Scena.

Il Ferrara Film Festival è anche beneficenza come ci raccontano i Partner Collaboratori della Ferrara Film Commission nelle persone del Presidente Alberto Squarcia e Simona Fabian e ci si è voluti occupare anche di due Associazioni del territorio che si occupano di bambini disabili che sono Dalla Terra alla Luna e Bambini Aurora raccogliendo fondi per aiutarle.

Eugenia Neri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *