Caravaggio: l’Anima e il Sangue | Al cinema il 19, 20 e 21 febbraio 2018

Entrando nella sala, del film Caravaggio l’Anima e il Sangue, la cosa che mi ha colpito e che per lo più era un pubblico adulto, e invece il film è godibilissimo anche per un pubblico di adolescenti.

Caravaggio - l'Anima e il Sangue

Locandina del film “Caravaggio l’anima e il sangue”.

Alla fine mi è dispiaciuto che rimanesse nelle sale italiane solo tre giorni, il 19, 20 e 21 febbraio, perché è un film che vedresti più volte a distanza di un po’ di tempo. Ma dopo conquisterà il resto del mondo.

È uno dei primi film italiani Caravaggio girato in 8K e ha superato le 340 sale che lo proiettano, un record per un film che parla d’arte.

Si tratta di un viaggio attraverso la vita, le opere e purtroppo i tormenti che afflissero Michelangelo Merisi da Caravaggio. Il tutto narrato con l’utilizzo di preziosi documenti originali che arrivano per la prima volta al cinema oltre all’immagini e i particolari di esse di oltre quaranta opere di Caravaggio.

Distribuzione di “Caravaggio l’Anima e il Sangue”.

La distribuzione del film Caravaggio l’Anima e Il Sangue è di Nexo Digital e la produzione e di Sky insieme a Magnitudo Film. I creatori di “Raffaello” Il Principe delle Arti che ora ci raccontano la vita Caravaggio uno degli artisti più amati e controversi della storia che fu assassino, ma anche vittima.

Media Partner sono: RTL 102.5 | My Movie | Arte.it

Come narrata la vita di Caravaggio?

La vita di Caravaggio viene narrata in modo investigativo, come se lo spettatore stesso seguisse le indagini in modo ravvicinato, attraverso documenti originali dell’epoca trovati all’Archivio di Stato di Roma. Vi sono verbali, processi, denunce, talvolta anche divertenti, che coinvolgevano Caravaggio, mai questi documenti erano stati resi pubblici.

La narrazione si sviluppa su due livelli, uno in prima persona e uno di disgressione artistica affidata al Prof. Claudio Strinati, storico dell’Arte ed esperto di Caravaggio e con la partecipazione della Prof.ssa Mina Gregori (Presidente della Fondazione di Studi di Storia dell’Arte Roberto Longhi) e della Dott.ssa Rossella Vodret ( curatrice della mostra “Dentro Caravaggio” a Palazzo Reale di Milano”

L’uomo Caravaggio è invece interpretato da un attore: Emanuele Marigliano. Artista lui stesso poliedrico e multiforme interpreta la passione di Caravaggio in modo molto seducente, lo evoca in maniera simbolica carpendone l’anima del pittore.

Svolgimento delle riprese di “Caravaggio l’Anima e il Sangue”.

Lo svolgimento delle riprese del film Caravaggio l’Anima e il Sangue, ha toccato 5 città e oltre 15 luoghi d’arte per 3 settimane di riprese. Ha coinvolto un team di oltre 60 persone per oltre 200 ore di girato. E il quinto film d’arte prodotto da Sky che è tra i primi in Italia a utilizzare 8K. La qualità di ripresa in 8K permette di vedere a occhio nudo tutti i dettagli delle opere d’arte. È quindi particolarmente indicato per i film storici e artistici. Il formato 8K restituisce la consistenza materica e tratto delle pennellate nelle opere di Caravaggio. E il risultato e meno artefatto bensì più naturale.

Per chi conosce l’artista, perché l’ha studiato, o almeno ha visto le sue opere più conosciute, vi si ritrova davanti senza filtri, come se fossero reali.

Evocazioni storiche e voce interiore

Con questo film si può vivere la tormentata vita di questo pittore Caravaggio, che ha avuto una vita molto intensa sia dal punto di vista umano che da quello artistico, una grande produzione molto variegata e assolutamente splendida. Si evince il suo essere portato a vivere sull’orlo del precipizio.

I personaggi nelle evocazioni storiche sono persone comuni, come individui comuni erano i modelli del pittore.

Una voce fuori campo, Manuel Agnelli, e la voce degli “Afterhours”, ed è stato Giudice a X Factors, riescono a dare un’impronta passionale a Caravaggio.

Hastag: #CaravaggioFilm

Eugenia Neri

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *