David: “Il Pittore della Matita…”

 

“Ecco a voi Federico” opera di David Parenti

Non è certo una persona che lascia indifferenti l’artista David Parenti, genovese di nascita e cittadino del mondo d’adozione: come quando mi ha telefonato in una giornata uggiosa  chiedendomi ‘Hai acceso il camino???’ Io gli risposi che non avevo camino, purtroppo, in quanto abitavo in un palazzo degli anni ’60 e ci siamo messi a parlare così se era meglio un palazzo storico o un palazzo degli anni ’60…

Poi abbiamo scambiato opinioni su l’arte in generale e abbiamo parlato di cosa ci piace collezionare, a entrambi disegni e opere su carta, ma non discriminiamo nessuna opera d’arte.

E’ molto colto, collezionato da grandi nomi dello spettacolo.

Ma si separa con dispiacere dalle sue opere che considera come ‘figli’ e li cede: solo se sa che verranno amati come lui li ama.

E’ misterioso e aperto nel contempo, curioso sia di carattere che come personalità.

Le sue opere rappresentano i ‘Grandi Eroi del tempo appena passato’: una serie su Pier Paolo – dal titolo Pasolini: con la forza dello Sguardo – il secondo omaggio ruota intorno al Maestro Federico Fellini – 8½ & altri Sogni – e l’ultimo, invece, tutt’ora in lavorazione è un’ omaggio alle due Icone americane Marlon Brando e James Dean – Marlon & James. Rebels whit a cause –.

Realizzati con una manualità ‘divina’ da sembrare fotografie e invece è matita morbida, al massimo con un tocco di china o di colore per tessuto, per finire con qualche raro uso di carboncino seppia, su carta e cartone o legno…

Studia all’Istituto d’Arte Paolo Toschi di Parma – grafica -, ma solo molti anni dopo prende in mano nuovamente una matita – per l’esattezza la Faber-Castell 9000 8 B – ed è a ‘riScoprirsi’ lui medesimo.

Era l’inverno del ’95 l’anno della prima mostra di ‘Pittura a Matita’…

Opere che comportano anche un mese di lavoro … non lascerebbe quasi mai ‘scappare’ un quadro perché non li sente mai finiti.

Come me ama molto anche il Teatro. Forse aiutato dal fatto di essere figlio di un Poeta – Drammaturgo…

Proprio il Padre – figura per certi versi assai ingombrante da sostenere – gli ‘chiese’, nell’estate del ’95 in un momento difficile per David – era ancora in convalescenza dopo un incidente in macchina avuto a Pasqua – di realizzare alcuni lavori da potere inserire in un omaggio poetico a Pier Paolo Pasolini, scritto subito dopo la sua brutale ‘uccisione’, ancora inedito. Libro che sarebbe dovuto uscire in occasione del ventennale dalla sua scomparsa.

Questa prima commissione ‘famigliare’ gli fa ritornare la voglia di esercitare in campo artistico e nell’inverno del ‘95, con le sue prime opere, è già invitato ad esporre all’Associazione Culturale Pier Paolo Pasolini di Ventimiglia.

Così ha inizio il suo ‘Viaggio Vitale Artistico’ Come a lui piace definirlo.

La sua biografia e le sue altre opere, la potete leggere e apprezzare sul suo sito e potete contattarlo tramite e-mail:

www.davidparenti.it

info@davidparenti.it

La sua prossima mostra, a Ferrara, dal 16 Novembre al 1 Dicembre 2013 alla Porta degli Angeli, per ‘STILEITALICO’ a cura dell’Architetto Alberto Squarcia.

Eugenia Neri

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *