Gruppo del Tasso: la letteratura va in TV.

foto

Da sinistra Matteo Pazzi, Riccardo Corazza, Alberto Amorelli e Matteo Bianchi

Era fine agosto, inizio settembre, e avevo ricevuto una e-mail dalla Feltrinelli di via Garibaldi a Ferrara, per una serie di letture su Bukowski, i lettori in questione erano il ‘Gruppo del Tasso’, Associazione culturale ferrarese, composta per lo più da giovani collaboratori di giornali e periodici, ma anche da scrittori, e vien da sé con grande amore per la lettura.

La cosa mi aveva incuriosito molto ed ero andata ad assistere, così è nata la mia amicizia con questi fantastici ragazzi, e ho scritto di loro e della serata in un Post dal titolo ‘Quando la lettura gioca a Basket’.

Che oggi, cresciuti in pochi mesi – come il Blog – potremmo dire che ci siamo portati buona sorte a vicenda, sono approdati in TV – su Telestense e su Teleferrara Live – sempre per parlarci di ottimi/e scrittori e scrittrici, e commentare per noi interessanti libri.

In una trasmissione dal titolo molto originale ‘La scomparsa di John Doe’ – bisogna sapere che John Doe è il nome che negli Stati Uniti d’America si da ai cadaveri di sconosciuti – e Alberto Amorelli – Presidente del Gruppo del Tasso – che da questo titolo al programma perché vuole narrare di qualcosa che è scomparso, data anche alla crisi economica nella nostra generazione, quindi si è chiamata così la serie di puntate perché si vuole dare un nome ad un elemento che non si bene cos’è e si sceglie il nome straniero per andare oltre alle Mura di Ferrara, ai confini italiani e per coprire il territorio mondiale parlando di letteratura. Un accostamento inusuale, ma io li avevo paragonati a Danilo Gallinari quindi…
Tutto ciò con recensioni e con interviste, anche via Skype, se l’intervistato/a sarà lontano.
Fil Rouge di ogni puntata è cercare di capire che chi è o che cos’è questo John Doe, ma solo alla diciasettesima puntata, l’ultima appunto, si saprà chi o che cos’è scomparso/a.

l’Associazione culturale Gruppo del Tasso, dicevamo è aperta e si ci può iscrivere con una ragionevole cifra annuale poi sotto vi darò eventuali contatti, io ho come riferimento principale il simpaticissimo e cordialissimo Segretario, Matteo Pazzi, ma bisogna citare anche Matteo Bianchi Vice Presidente Ricardo Corazza scrittore, e le Signorine – in ordine alfabetico, per cognome -: Silvia Lambertini, Sara Macchi, Linda Morini, Elisa Orlandini, o il Signor Simone Corli che fa parte del Direttivo insieme a Riccardo Corazza, tutti/e sono un buon zoccolo duro del Gruppo, molto affiatato, che conta quindici presenze costanti, e altri associati e di una trentina di simpatizzanti, che sostengono fortemente l’Associazione.

Oggi parlo con Matteo Pazzi, al telefono, di questa esperienza televisiva è dice che i partecipanti ne sono stati entusiasti, le varie puntate le potete trovare anche sul canale Yuo Tube di Telestense.

Parliamo anche di libri in generale, siamo d’accordo che la gente legge e regala molti libri, e chi può anche i nuovi supporti per eBook, io gli confermo che compro libri per iPad se non addirittura per iPhone, che mi trovo molto bene a leggere su questi dispositivi informatici.

Sembra quasi una ‘Rivoluzione Industriale’, dove c’è chi rimane legato al prima del 1760 – data assegnata come inizio di essa da Thomas Ashton, che sarebbero i libri cartacei, e chi invece abbraccia ‘La Macchina a Vapore’, che sarebbero gli eBook.

Matteo mi conferma, ancora, che prima di Natale trovava le tre più grosse librerie ferraresi sempre piene, l’IBS, La Feltrinelli e Mondadori, ma anche le librerie più piccoline, perché mi suggerisce, con pochi euro si può fare un regalo intelligente soprattutto ai bambini.

Quindi gli italiani, o quantomeno i ferraresi amano leggere, e regalare libri, è questo mi fa molto piacere, perché io ci sono cresciuta in mezzo ai libri e li ho sempre amati come amo i film, ma di solito prima nasce il libro e dopo il film.
Come il Gruppo del Tasso prima è stato in libreria e Biblioteca Ariostea sempre a Ferrara, e dopo in televisione…

E io, personalmente, a questi simpatici, colti e originali ragazzi, con tanto da dare sia come conoscenza che come idee innovative, auguro semplicemente un grosso in bocca al lupo… Spero abbiano sempre voglia di condividere il loro sapere e che rimangano sempre così propositivi verso le e gli altri.

Consigli: iscriversi, assolutamente, al Gruppo del Tasso, e scoprire l’identità di John Doe…
Io sono estremamente curiosa e guarderò sicuramente John Doe!!!

www.gruppodeltasso.it

alberto_amorelli@yahoo.it

Eugenia Neri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *