Peggy Guggenheim: sta aspettando la tua lettera. Scrivile prestissimo.

Peggy Guggenheim, chi non la conosce e chi non la ricorda? Chi non vorrebbe sorseggiare un tè con lei nel suo Palazzo veneziano? Io sì.

Io l’ho amata dal primo istante che ho saputo che era esistita una collezionista, una mecenate e benefattrice dell’arte e degli artisti così illuminata.

Peggy mentre scrive a macchina appoggiata ad una finestra

Nella Foto Peggy Guggenheim, mentre scrive, e con lei uno dei suoi amati cagnolini.           ©Photo: Archivio CameraphotoEpoche. Gift, Cassa di Risparmio di Venezia. 2005

Peggy Guggenheim, nata il 26 agosto 1898, apparteneva ad un’importante famiglia americana di collezionisti e amanti dell’arte contemporanea e lei, ricca ereditiera, dato che suo padre era un famoso uomo d’affari che morì sul Titanic quando era ancora un’adolescente, continuò questa tradizione che sentiva fortemente sua. Fu una “headhunter” dell’arte e scoprì numerosi talenti alcuni dei quali sono conservati nel suo bellissimo “palazzo non finito” veneziano dove trascorreva ore felice tra le sue opere d’arte e dove ospitava amici artisti. Ancor oggi luogo di ritrovo per iniziative artistiche e intellettuali.

Guggenheim Peggy davanti alla sua casa.

Peggy Guggenheim seduta sull’uscio di Palazzo Venier dei Leoni ©Photo: Archivio CameraphotoEpoche. Gift, Cassa di Risparmio di Venezia. 2005

Gli artisti conservati alla Peggy Guggeheim Collection della Serenissima a “Palazzo Venier dei Leoni” sono tra i massimi rappresentanti dell’arte del ‘900, nomi come Pablo Picasso, Marc Chagall, Vasily Kandinsky, Giorgio de Chirico, Piet Mondrian, Salvador Dalì, René Magritte,  Jackson Pollock, Mark Rothko e tanti altri. Praticamente come rivivere un secolo di storia dell’arte.

Molti veneziani ricordano Peggy Guggehneim sulla sua gondola e ora oltre a visitare il suo bellissimo palazzo, che fu sua dimora, le si può scrivere. Una romantica iniziativa della Peggy Guggehneim Collection la Fondazione che porta il suo nome che fa parte delle iniziative di Public Programs “La continuità di una visione”.  Attività promosse dalla Fondazione che servono a mantenere il contatto con il pubblico amante dell’arte che e a continuare nel tempo ciò che è stato ed è  l’insegnamento di Peggy Guggeheim.

Guggenheim Peggy mentre si accinge a scrivere a macchina.

Peggy Guggenheim alla sua scrivania. ©Photo: Archivio CameraphotoEpoche. Gift, Cassa di Risparmio di Venezia. 2005

Quindi penna alla mano e scrivete a Peggy con l’hashtag #ScriviaPeggy e con tanto amore e fantasia per questa Donna così generosa e scopritrice di talenti artistici che tanto fece per lasciarci testimonianza del suo amore supremo per pittura, scultura e ogni innovativa forma d’arte. Oltre che amante degli animali difatti si circondava di cagnolini deliziosi che potete vedere anche nelle foto.

Le lettere vanno indirizzate a: Collezione Peggy Guggenheim, Dorsoduro 701, 30123 Venezia o una mail all’indirizzo scriviapeggy@guggeheim-venice.it e le lettere ricevute per Peggy arricchiranno l’archivio della delle memorie e ricordi relativi a Peggy che il museo conserva, con premura e passione, insieme a Libri degli Ospiti, alle Foto e altro materiale.

Cosa aspettate?  Al via con carta, penna e calamaio.

Eugenia Neri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *