Veronica Smirnoff | Alla terza personale italiana.

Di Veronica Smirnoff, classe 1979, potremmo pensare che è ancora abbastanza giovane per avere ancora molto da dire artisticamente, ma sufficientemente matura, come artista, per poter vantare un interessante Curriculum.

È la Galleria Riccardo Crespi di Milano che ospita Veronica Smirnoff alla sua terza personale italiana che inaugura con preview il 16 maggio alle 18 e 30 e di seguito al pubblico dal 17 maggio al 20 luglio 2018.

Egg tempere on woo

The Magic Flower, 2018

In questa sua terza personale italiana viene consacrata a tutti gli effetti artista internazionale, avendo esposto anche a Parigi a Salonicco e altri luoghi, essendo poi russa di nascita pur lavorando a Londra ciò la rende veramente cittadina europea.

Le opere presenti in galleria sono quasi un tutt’uno del lavoro della Smirnoff degli ultimi 2 anni, un corpo unico, che Veronica Smirnoff studia con intuizione e in modo fantasioso, prendendo spunto dal suo amore per i libri e i miti o i racconti cavallereschi comuni a molte persone.

egg tempera on wood

Wonder-working Space Traveller, 2018

Nella mostra vi si può trovare un mix d’immagini prese da libri fantastici oppure perché libri antichi di botanica. Dimostra la cultura e la conoscenza della storia dell’artista che si ci può immaginare a sfogliare vecchi volumi di carta pergamena per trarne ispirazione e soffermarsi in particolare sulle pagine illustrate. Nei suoi dipinti si possono vedere immagini disparate che sviluppano la fantasia anche dello spettatore.

Veronica Smirnoff adopera una tecnica anzi mixa più tecniche antiche e minuziose come quelle dell’Icona e della Miniatura con tempera all’uovo su tavola gessata, unendo trazione asiatica e arte popolare e prendendo anche idee e suggestioni simboliche da altri fonti aggiungendo in questo modo valore ai suoi dipinti.

egg tempera on wood

Troyka, 2018

Diventa padrona facendo sue differenti tecniche pittoriche attraverso intuizioni personali quasi frutto del caso. Vi è un’immancabile conflitto tra la figura umana e o animale e l’astratto che tende ad avanzare.

L’artista stessa dei suoi lavori dice, è una magia l’audacia di scoprire nella nostra immaginazione qualcosa che ci fa comprendere meglio il mondo reale.

Galleria Riccardo Crespi

Via Mellerio 1 – Milano

Tel +39 02 89072491 / +39 02 36561618

Eugenia Neri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *